Design: scenari morfologici della contemporaneità

CARLO MARTINO
Spesso chi fa ricerca o elabora teorie sul design dimentica cosa questa disciplina sia stata chiamata originariamentea fare e quanto la società si aspetti da essa. In un contesto scientifico che si muove tra le innovazioni tecnologiche informatiche (dall’Interaction Design all’Internet of Things), la sostenibilità ambientale e la ricerca di Nuovi Modelli Sociali d’Innovazione2, ci si dimentica che il designer è sempre percepito (concepito) come un operatore estetico cui ancora oggi, come ricorda Roberto Verganti, i manager imprenditoriali chiedono (…) di rendere i prodotti belli3.

Continua a leggere

Ancora sul rapporto tra arte e pubblico

LUCIANA BERTI, BRUNELLA VELARDI
Cinquant’anni fa «Op. cit.» pubblicava l’ormai nota inchiesta dal titolo La critica discorde, nella quale si raccoglievano interventi di critica all’arte contemporanea di alcuni tra i più illustri pensatori tra Otto e Novecento1. Di recente alcuni studi sono tornati su quel fascicolo numero 4 del 1965, riprendendone i temi principali alla luce di nuove riflessioni2.

Continua a leggere

Historic Urban Landscape: un concetto in costruzione

ROBERTA AMIRANTE
In quanto fenomeno estetico e oggetto storico – scrive Michael Jacob – il paesaggio non potrà mai essere spiegato in modo esaustivo 1. L’aggiunta dell’aggettivo “culturale” alla parola paesaggio, da un lato contribuisce a complicare ulteriormente questa spiegazione dall’altro chiarisce un aspetto importante: il paesaggio non esiste in sé, non ha una natura “ontologica”, è sempre il frutto di una relazione tra un soggetto e un oggetto. Il paesaggio esiste quando viene “percepito”, e questa percezione (ce lo insegnano le teorie estetiche) è sempre legata a una interpretazione più o meno soggettiva. Ma in questo aggettivo c’è di più: c’è la consapevolezza che lo sguardo che “produce” questo paesaggio non è un semplice esercizio dei sensi, e non è neanche uno sguardo neutrale; e che il prodotto di quello sguardo non rientra solo nella sfera delle sensazioni, della sensibilità.

Continua a leggere